fbpx

Visti e migrazione in Australia: ultimi aggiornamenti per il 2022

Il Dipartimento di Immigrazione ha varato iniziative in risposta al tasso di disoccupazione prossimo allo zero (il che sembra una cosa buona, ma vuol dire che l’economia non è in grado assorbire la domanda di lavoro).

Ecco le varie iniziative:

 

1. Rimosso il limite delle 40 ore ogni due settimane per gli studenti internazional.

i
I titolari di Student Visa possono lavorare senza limiti di tempo in qualsiasi settore dell’economia Australiana. Sebbene sia stato annunciato che la misura verrà ridiscussa ogni trimestre, in realtà gli indicatori economici sembrano indicare verso una lunga durata di questo stato delle cose. (1)

 

2. Rimosso il limite dei sei mesi fino al 31 Dicembre 2022
. 

Altra limitazione non più esistente è quella che vede il Working Holiday Visa perdere il suo ‘marchio di fabbrica’, ossia il limite dei sei mesi. Anche per questa nuova misura c’è una data di fine ma nulla vieterebbe in caso ai legislatori di estenderla. (2)

Stai cercando di richiedere un Working Holiday Visa? Parla con il nostro team OGGI!

 

3. Working Holiday sostitutivo per chi si trova dentro o fuori Australia


Il Dipartimento restituisce, per intero, quei Working Holiday Visa a coloro i quali si trovano ora fuori dall’Australia ed avevano un Working Holiday Visa al 20/03/2020 che non sono riusciti a sfruttare per intero causa pandemia.

Il Dipartimento Australiano ha anche deciso di estendere tale possibilità a coloro che si trovano in Australia e che al giorno 20 Marzo 2020 avessero avuto un Working Holiday Visa.

Questo è possibile anche in caso si abbiano altri visti come il Covid Visa, ad esempio. Per quanto facile e priva di rischi l’applicazione da fuori Australia, attenzione alle applicazioni da dentro, in quando alcuni visti come la Subclass 500, 407 o 482 Short potrebbero venire compromessi del criterio di genuinità in caso di ‘cambio strategico’. (3)

Avrebbe dunque senso, ove possibile, mantenere il proprio visto fino alla fine prima di cambiare da dentro l’Australia. A tal proposito molto utile questa intervista ad un ex case officer che spiega nel dettaglio i fattori sui quali vengono decisi i visti.

*****

Partecipa al nostro seminario sulle novità per l’immigrazione!
I nostri agenti di migrazione e consulenti per l’educazione risponderanno a tutte le tue domande. 


È gratis, ma i posti sono limitati!
Puoi farlo scrivendoci a: infopoint@atlasmigration.com

****

 

4. Covid Visa ora compatibile con qualsiasi settore

Se fino a pochi giorni fa era possibile ottenere un Working Holiday Visa solo se associato ad un’offerta di lavoro in settore critico (Agricoltura, Food Processing, Hospitality, Sanità) è ora invece possibile applicare con un offerta di lavoro in qualsiasi settore. (4)

Per saperne di più sulle condizioni di Covid Visa.

Rimane comunque la regola che per applicare il proprio visto deve scadere nei successivi 90 giorni. Tuttavia, le applicazioni per chi applica con lavoro in settore critico vengono processate prima delle altre e, soprattutto, i visti in settore critico vengono rilasciati per dodici mesi, mentre per settori non critici, dal momento del visa grant, i mesi di visto sarebbero soltanto sei.

 

5. Titolari di Training Visa 407 ora in grado di lavorare anche al di fuori del loro apprendistato.


Solitamente in training Visa era solamente possibile lavorare per il proprio ‘sponsor’, mentre ora tale limitazione è stata temporaneamente rimossa. (5)

 

Se ti senti perso sul tuo futuro in Australia, siamo qui per guidarti!

Prenota una consulenza personalizzata con il nostro agente di migrazione registrato, Fabio, QUI.

o

Prenota un appuntamento GRATUITO con il nostro Education Counselor, QUI. 

**********

 

Subscribe to our newsletter

* indicates required





Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*