fbpx

Sponsor Visa aggiornamenti: il Dipartimento tutela chi ha uno sponsor e non lavora

La nuova recente ondata della pandemia Covid-19 che ha coinvolto New South Wales e Victoria ha avuto un impatto particolarmente significativo su alcune attività commerciali. Su tutte, il settore dell’ hospitality risulta il più esposto. Per quanto riguarda il contesto dell’immigrazione, un fenomeno non poco frequente è quello dei titolari di visti sponsor, come il 482 Temporary Skill Shortage (ma anche altri come le  Subclass 457 e 494) che non siano al momento impiegati in quanto il business ha temporaneamente chiuso o ridotto il personale. Per alcuni la situazione è particolarmente delicata in quanto nel corso del proprio visto 482 stanno accumulando giorni per ottenere un visto permanente come, ad esempio il visto 186 TRT.

A proposito di questo il Department of Home Affairs ha recentemente aggiornato il portale ufficiale dedicato alla pandemia e la relativa sezione degli sponsor. Si può infatti leggere che a quelle persone  le cui attività lavorative sono state solo temporaneamente sospese (‘stood down‘) ma non licenziate definitivamente (‘laid off’) verrà mantenuto un visto valido. Questo include anche le riduzioni orarie, che non sarebbero però concesse normalmente.

Nel caso di licenziamento permanente invece, permane la classica regola del dover trovare un nuovo sponsor che entro 60 giorni invii al dipartimento una nuova nomination oppure, in alternativa, cambiare visto. Vi lasciamo qui sotto un estratto della pagina ufficiale:

482 Covid Exemption

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*