fbpx

Governo Australiano trasforma in legge la petizione: PR per titolari di visti sponsor

Sono state centinaia le persone che a partire da Novembre ci avevano chiesto se nulla fosse susseguito alle esternazioni del ministro per l’immigrazione Alex Hawke, che, dopo aver preso atto di una delle petizioni della storia d’Australia con più seguito in assoluto, aveva poi annunciato a che i titolari di visti sponsor (482 o 457) coinvolti nella ripresa economica post pandemia avrebbero potuto godere di pathways per la residenza permanente.

Mesi di silenzio, seguiti però dai report degli economisti ad avvertire dei pericoli derivanti dalla disoccupazione prossima allo zero in Australia e dalla mancanza di manodopera che sta danneggiando l’economia Australiana in maniera concreta e compromettendo le prospettive di ripresa. Poi, finalmente, nella giornata del 19 Marzo viene pubblicato uno strumento legislativo che conferma e rende concreto tutto.

Ecco un riassunto di quanto dice il testo di legge:

Gli attuali titolari di visto TSS 482 (o 457) che

  • siano stati sponsorizzati nominando una posizione presente sulla lista STOL e che,
  • siano stati fisicamente in Australia per almeno 12 mesi tra il 1 febbraio 2020 e il 14 dicembre 2021 e,
  • siano ad oggi titolari di visti che richiedono employer nomination (come le subclasses 482 o 457) ed attivamente impiegati da un datore di lavoro australiano,avranno accesso alla residenza permanente.

In termini semplici,  tutte quelle persone che sono state sponsorizzate tramite il nuovo programma Temporary Skill Shortage 482 (oppure il vecchio  ed archiviato 457) con posizioni sulla STSOL (ossia la lista famosa come “corta“, che usualmente non concede transizione a visto permanente tramite ulteriore sponsor del datore di lavoro) e sono rimasti in Australia durante la pandemia, potranno, in via del tutto eccezionale, godere degli stessi meccanismi che portano alla residenza permanente coloro che hanno le professioni sulla ‘Long Term list’, come gli Chef ad esempio.

Vediamo da vicino questa condizioni:

  1. Necessario essere già titolari di una subclass 482 o 457.
    Non e’ ancora chiaro (e di questo abbiamo già chiesto alle fonti ufficiali come il Migration Institute of Australia e Home Affairs) se chi sta ancora aspettando risposta (e quindi si trovi in Bridging Visa A oppure in fase di Appello con il Tribunale) rientri in questa legge
  2. Necessario dimostrare che gli applicanti siano rimasti in Australia per almeno 12 mesi durante il periodo compreso tra l’1 Febbraio 2020 ed 14 Dicembre 2021
  3. Prima di poter applicare per la fase finale (e dunque per la residenza permanente), l’applicante sarà tenuto a dimostrare impiego presso il proprio sponsor per almeno 3 anni.
  4. Gli applicanti che soddisfano i requisiti elencati sopra saranno in grado di applicare a partire dal 1 Luglio 2022.

Il Dipartimento di Immigrazione ha informato gli agenti registrati che nei prossimi giorni verranno rilasciate informazioni complementari.

Tali misure rappresentano un’opportunità impossibile da ormai diversi anni (2017 pre riforma) per categorie come i Cafe and Restaurant Managers, Marketing Specialist, Graphic and Interior Designer, Brand Managers, Massage Therapist, Hairdresser, impiegati e molti altri impieghi spesso preclusi.

È bene ricordare che per quanto riguarda i programmi migratori ogni situazione è peculiare ed una risposta definitiva è possibile solo previa analisi approfondita. Gli interessati possono prenotare una consulenza con il nostro agente di immigrazione registrato tramite il link che segue: https://calendly.com/fabionocilla/consulenza?month=2022-03

Subscribe to our newsletter

* indicates required





Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*